Hotel
Hotel
Hotel
Hotel
Hotel
HolidayCheck
Tripadvisor

MARANZA IN ALTO ADIGE

SCOPRITE IL NOSTRO HOTEL TRATTERHOF A MARANZA! UN VIAGGIO CHE DARA’ I SUOI FRUTTI!

Trascorrere le vacanze a Maranza è un’avventura unica e possiamo garantirVi già ora che sarete entusiasti del Gitschberg. L’Hotel Tratterhof dovrebbe essere il Vostro Hotel di riferimento per le vacanze a Maranza in Alto Adige. Di possibilità per soggiornare ve ne sono molte, ma solo qui potrete goderVi una vista panoramica unica, assaporare incomparabili piaceri del palato e contemporaneamente avvantaggiarVi dell’atmosfera famigliare della famiglia Gruber.

Cabinovia Gitschberg

STRAORDINARIO ALTOPIANO PANORAMICO

Il soleggiato altopiano di Maranza è amato in ugual modo in Val Pusteria ed in Valle Isarco sia per il panorama a 360 gradi, unico nel suo genere, sia per le occasioni che offre per praticare l’escursionismo e lo sci. Il paese e l’hotel di Maranza si trovano oltre i 1.500 metri d’altitudine e rivolti verso il sole. I 300 giorni di sole che l’Alto Adige può vantare all’anno sono particolarmente ben spesi qui nella regione degli alpeggi Gitschberg Jochtal. Da mattina a sera agli ospiti della regione si presenteranno occasioni per rimanere attivi e vitali. Durante un’escursione, una sciata, un momento di relax in giardino o in terrazza, accanto ad un ottimo cappuccino, il sole accompagnerà la Vostra intera giornata. Maranza vale sempre una visita, in ogni stagione dell’anno ed in ogni condizione climatica.

Maranza - allora e oggi

Tradizione dell'Alto Adige

Da un punto di vista storico Maranza ha molto da raccontare. Già mille anni prima dell’avvento di Cristo la montagna sui cui pendii sorge Maranza, la terrazza soleggiata all’entrata della Val Pusteria sopra il centro paesano, vantava insediamenti umani.

Anni addietro Maranza è stato un comune autonomo. Solo nel 1854 i paesi di Spinga, Valles e Rio di Pusteria sono stati accorpati nel comune di borgata di Rio di Pusteria.

Fino al 1976 non vi erano strade che portavano a Maranza. La realizzazione del primo tratto stradale risale appena a 40 anni fa. Fino ad allora il mezzo pubblico per raggiungere il paese consisteva semplicemente in una funivia con due sole cabine. Alimentari, prodotti di uso comune, materiali per le costruzioni, animali e persone usavano la funivia senza distinzione. Tutto, ma proprio tutto quello che da Rio di Pusteria doveva raggiungere Maranza e viceversa, veniva trasportato con la funivia rossa da un paese all’altro. La funivia è in funzione ancora oggi ed è operativa tutto l’anno, trasportando soprattutto scolari e pendolari. Anche i turisti sfruttano questa infrastruttura come mezzo di trasporto pubblico, godendosi, nella breve tratta di soli 6 minuti, lo spettacolare panorama sulla valle e sulle montagne circostanti. 

Maranza, tra le altre cose, è famosa per la leggenda delle tre vergini, Ampet, Gaupet e Gewerpet (chiamate anche Aubet, Cubet e Quere). Le tre pie vergini pare siano state delle figlie di reali, perseguitate per la loro fede cristiana e per questo fuggite dall’Italia. Durante la loro lunga fuga giunsero anche a Rio di Pusteria. Da qui vollero risalire la montagna verso Maranza. Quando superarono metà del percorso, molto stanche, si riposarono nelle vicinanze di una grande pietra. Colte da sconforto iniziarono a pregare Dio, chiedendo dell’acqua da bere per calmare la sete, del cibo per la fame e dell’ombra per la calura. Le loro preghiere vennero esaudite. All’improvviso dal terreno sgorgò una nuova fonte d’acqua, un albero carico di ciliege fiorì ed i suoi  rami regalarono una piacevole ombra alle tre vergini.

Dopo questa rinvigorente sosta grazie all’intervento di Dio le tre vergini proseguirono verso Maranza, dove vennero accolte con cordialità dalla popolazione. Qui si sentirono molto a loro agio e vi rimasero per molti anni, aiutando le persone del posto fino a quando non proseguirono verso Colonia, in Germania. Qui pare siano morte dopo una vita lunga e serena. 

Dal loro passaggio in Alto Adige, le tre vergini proteggono il paese di Maranza. Per esempio si dice che i soldati non riuscirono mai a raggiungere questa località, perchè le tre vergini apparvero ai militari all’altezza della loro prima sosta, scacciandoli. Oggi un monumento commemorativo ricorda Aubet, Cubet e Quere nel luogo esatto in cui si riposarono. Spesso ancora oggi dei pellegrini raggiungono questo particolare posto per pregare Dio e le tre vergini.

Questa è una delle saghe tramandate da secoli a Maranza che oggi fanno anche un po’ sorridere. Le storie delle nostre zone nel 2013 sono state raccolte in un libro e unite ai sentieri escursionistici dell’area (i cosiddetti „sentieri delle saghe“). In questo modo i nostri ospiti possono scoprire i sentieri escursionistici di Maranza, apprezzando le storie che ne hanno ispirato il nome, soffermandosi sulle diverse stazioni lungo il percorso!

Un’occasione per i nostri ospiti non solo di avvantaggiarsi della bella natura che ci circonda, ma anche di approfondire le storie di Maranza e dei suoi abitanti.

ESCURSIONISMO, SCI E RELAX PRESSO L’HOTEL TRATTERHOF

Vacanza di sci nelle dolomiti

C’è molto di più da scoprire su Maranza e il modo più semplice per farlo è trascorrere le proprie vacanze qui da noi al Tratterhof. Noi Vi offriamo i migliori alloggi e solo per Voi ci siamo impegnati nell’organizzare al meglio sulla piazza della regione Gitschberg Jochtal: 

  • In estate la località di Maranza in Valle Isarco offre ai suoi ospiti una ricca varietà di possibilità escursionistiche per tutti i livelli. Dal monte Gitschberg ai laghi Seefeld e alla malga Fane... Da Maranza e direttamente dall'Hotel Tratterhof è possibile raggiungere tutte le mete escursionistiche più apprezzate dei dintorni. Il percorso che Vi porterà nel luogo desiderato potrà essere facile, di media difficoltà o impegnativo. Alcuni sentieri sono percorribili  anche con i passeggini, altri sono adatti ad essere effettuatu in compagnia del vostro cane, che si sentirà come rinato e sprizzante di gioia! Qui ce n’è davvero per tutti i gusti!  Grazie alla Almencard +, la nostra carta vantaggi estiva, gli impianti di risalita della regione alpina Gitschberg Jochtal sono inclusi nel prezzo. Un’altra comodità che Vi permetterà di raggiungere comodamente quota 2.000 metri di altitudine partendo dai 1.400 in cui ci troviamo.
  • In inverno Maranza è un vero è proprio paradiso per gli amanti degli sport invernali. Con i suoi 51 km di piste, la stazione sciistica Gitschberg Jochtal è la meta ideale per sciatori, snowboarder, fondisti, amanti dello slittino ed escursionisti invernali con le racchette da neve. Per freeskier e snowboarder alla ricerca di divertimento e di una vera e propria sfida, a Valles è stato creato un funpark invernale molto accattivante. Non importa quale sport invernale si preferisce, qui c’è sicuramente ciò che fa per voi.
    Maranza è la meta ideale anche per coloro che non desiderano usufruire di tutto questo, ma sentono la necessità di intraprendere una salubre passeggiata attraverso il fiabesco paesaggio invernale innevato. Qui troverete un sacco di escursioni invernali in cui è possibile godersi la frizzante e pura aria di montagna ed uno splendido sole, per poi godersi tutti i vantaggi dell’eccezionale Wellnesshotel Tratterhof!

Il monte Gitschberg di Maranza è un’occasione imperdibile. Dalla sua cima è possibile godere di un impressionante vista panoramica a 360 gradi su 500 vette alpine. La cima è raggiungibile sia in estate, che in inverno.

Non importa in quale stagione avete deciso di trascorrere le Vostre vacanze: l’Hotel Tratterhof è il Vostro hotel Ideale a Maranza per tutto l’anno! 

Richiesta non vincolante
Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
OK